Home | Biografia | Perchè il sud | Opere | Mostre | Rassegna stampa | Filmati | Premi | Guestbook | Contatti | Links

Intervista di Marcello Guidolin

La bellezza del Sud nei colori di Gaglione 

Il racconto di un'artista del Sud che ha esposto i suoi quadri in tutt'Europa

 

Gaglione è uno dei maggiori esponenti della pittura lirica meridionale. Con mirabili colori egli riesce a dare vita e forma alle meraviglie del Mezzogiorno,di cui si sente orgogliosamente parte attiva e libera. Senza dilungarci troppo sulla vita e le opere di Gaglione è bene ricordare che le sue opere sono giunte fino al Parlamento Europeo di Strasburgo e che il maestro di origini partenopee è stato insignito di numerosi premi.

Nato ad Acerra nel 1947,ma residente per motivi di lavoro a Ragusa,cominciamo con quest'intervista a ripercorrere le sue vicende le sue tappe principali che l'hanno portato in auge.

 

Quand'è nata la sua passione per la pittura?

Avevo nove anni,quando con del materiale avanzato ad alcuni imbianchini cominciai a comporre un lavoretto. Dal 1959 coltivo con passione quest'hobby ed ho frequentato anche il Magistero di pittura a Napoli,prima di trasferirmi in Germania dove sono stato promotore di un movimento neo-impressionista.

Cosa le piace raffigurare?

Soprattutto paesaggi naturali nella loro forma,che poi è l'essenza è dell'arte,ma in generale amo rappresentare tutto ciò che riguarda il sud Italia tra passato e presente;emigranti,vari Pulcinella,donne mediterranee e briganti.

Lei si rifà a grandi del passato?

No,il mio stile è del tutto personale,anche se devo ammettere che in gioventù ho seguito involontariamente le orme di Van Gogh.

Però alcuni l'hanno paragonata ad un altro pittore meridionale: Andrea Pazienza

In effetti delle analogie ci sono,soprattutto negli ultimi anni,da quando ho cominciato a ritrarre paesaggi.

Lei ama ritrarre aspetti del Sud antico,come mai?

In effetti rimpiango l'età borbonica,quando Napoli era al centro del Regno delle Due Sicilie e veniva considerata una capitale europea al pari di Madrid e Parigi.

Lei oltre alla pittura svolge altri impieghi?

Diciamo che il mio secondo lavoro(sorride)è fare l'ispettore sanitario all'USL, purtroppo oggi non si può vivere solo con l'arte...

E nelle sue opere ci sono vicende legare

In parte sì,spesso descrivo i problemi sociali che colpiscono la nostra popolazione. Un esempio?

Prego

Anni fa dipinsi una"sommossa"popolare dei ragusani contro una società americana.

A proposito di sommosse,cosa pensa del termovalorizzatore che vogliono installare nella sua città natale?

Sono totalmente contrario:il Sud non può essere la pattumiera dell'Italia,del resto lì già ci sono aziende che deturpano il nostro ambiente,e poi quest'impianti,per la loro pericolosità, non sono stati sistemati,perché dovrebbero farlo qui?

Nei suoi quadri è rappresenta il suo essere emigrante?

No perché non mi sento emigrante. Per me il sud è tutto uguale,dall'Abruzzo alla Sicilia.Per questo nella mia mostra esposta a Strasburgo ho appositamente inserito solo quadri che riguardano il meridione.

E neanche un pizzico di nostalgia per Napoli?

Quello sì,senza dubbio,anche perché lì ho i miei familiari che spesso vado a trovare. Anche se qui a Ragusa mi trovo bene:la città è solare ed incantevole,mi ricorda Napoli.

Lei è anche un accanito tifoso del Napoli pensa che lo sport e l'arte siano due discipline parallele?

Senza dubbio sì. Infatti ho anche partecipato ad alcuni concorsi sulla partecipazione dei diversamente abili allo sport,come “Lo sport per tutti”.Del resto anche nel mio sito(www.cuonogaglione.it ndr)è presente una mia foto mentre consegno un quadro a Maradona.

E chissà quante altre esperienze potrebbe raccontarci quest'artista,ma mentre discorro piacevolmente sono attratto dai colori,i chiaroscuri ed i paesaggi dei suoi quadri tanto da volermi proiettare in essi ed inebriarmi di un Sud che non c'è più

 Da 9 anni fino ad oggi è sempre vivo in me l'amore per la pittura

 Adoro il meridione e nella mia mostra a Strasburgo c'erano solo quadri riferiti ad esso

 Napoli mi manca un po'ma qui a Ragusa mi trovo bene

 

 

Sito di proprietà di Cuono Gaglione. Qualsiasi riproduzione è vietata per legge.

web designer: Daniele Pacilio