Home | Biografia | Perchè il sud | Opere | Mostre | Rassegna stampa | Filmati | Premi | Guestbook | Contatti | Links

Recensione

"Cuono Gaglione, l'uomo e il pittore" di Carmelo Parrinelli

Cuono Gaglione, il maestro e l'artista. Le sue opere profumano di poetica immaginifica; vi si rappresentano personaggi di estrazione sociale semplice, sì, ma di alto significato simbolico. I suoi "Pulcinella", in particolar modo, raffigurano in maniera elegante, quanto a volte onirica, l'allegoria cialtronesca della nota maschera napoletana, così da rivelare l’essere uomo e le proprie impressioni, in una perturbante visione dei sensi.
La maschera come visione o come nascondiglio?
E' quello che ci si chiede ammirando le pennellate decise e a volte offuscate da fievoli e leggeri aliti di bianco fumo. E così Gaglione sembra riproporre in chiave umoristica e nel contempo drammatica, la vicenda dei meridionali, etichettati come giocherelloni, irriverenti, pittoreschi e allo stesso modo sciagurati; richiamando, è certo, quelle che sono le problematiche sociali. I suoi Pulcinella tendono a essere un composto di sentimenti, orme, atti impressionistici dello stato emotivo umano; uno "spicchio" di Sud idealizzato dal pennello deciso e dai colori pieni. Le sue “imprese” su tela richiamano quanto di buono e leale ci sia in ciascun individuo, adombrando così dicerie e qualunquismo, semplicemente con tocchi di espressionismo puro. I Pulcinella attraggono per le loro espressioni, per nulla penalizzati dal costume che, anzi, riveste un ruolo fondamentale nella figurazione dei sentimenti. Cuono Gaglione è certamente uno dei migliori artisti meridionali contemporanei, un pittore del Sud che scuote proprio per la forza delle sue opere.

 

 

Torna alle Recensioni

 

 

Sito di proprietà di Cuono Gaglione. Qualsiasi riproduzione è vietata per legge.

web designer: Daniele Pacilio